Appello al voto di Antonfrancesco Vivarelli Colonna

Nel 1897 fu abolita ufficialmente l'estatatura, il fenomeno che prevedeva la migrazione stagionale del governo della città da Grosseto a Scansano per evitare il disagio pesante che la malaria causava.
Esiste un documento dell'epoca in cui il Comitato per l'abolizione dell'estatatura dà l'annuncio del "lieto evento" e invita la popolazione a festeggiarlo al grido di  Viva Grosseto!
Era il 19 giugno del 1897. Bizzarra quanto interessante coincidenza. Noi vogliamo credere a questa Cabala: questo 19 giugno 2016 sarà il momento per riportare aria nuova - e buona! - nella nostra città.
Vogliamo combattere il sistema di potere del centrosinistra che ha reso Grosseto più povera, più sporca, meno competitiva, meno attrattiva. Vogliamo impegnarci per dare speranza alla gioventù della nostra città, dare ai talenti dei nostri ragazzi le opportunità affinché possano sbocciare qui. Solo noi, che siamo liberi dagli interessi del potere, possiamo garantire quel cambiamento che i nostri giovani aspettano e meritano. Proprio a simboleggiare questo impegno che oggi prendiamo, abbiamo deciso che il grande polmone verde che vogliamo creare lungo viale Europa sia dedicato a loro, alla loro creatività e alle loro passioni: un grande parco per l'arte, la musica e l'espressività. Ripartiamo da qui. Riprendiamoci il nostro futuro. 
Viva Grosseto!